Microsoft Ignite 2021

Da Ignite 21 arrivano 90 nuovi servizi e aggiornamenti per aiutare le aziende a cogliere il potenziale dei nuovi trend e a connettere persone, organizzazioni e idee

Durante Ignite, la principale conferenza Microsoft dedicata al mondo Enterprise, Microsoft riconferma il proprio impegno ad accompagnare aziende e industry nella nuova era digitale attraverso il Microsoft Cloud, una risorsa per startup, PMI e aziende Fortune 500, per accelerare progetti di trasformazione digitale con garanzie di massima sicurezza e privacy. Al centro dell’evento l’annuncio di oltre 90 nuovi servizi e aggiornamenti pensati per ottimizzare il lavoro ibrido, rendere le aziende sempre più iper-connesse, supportare lo sviluppo di modelli di business digitali, garantire sicurezza end-to-end.

 

 

Tre le principali aree di novità presentate durante la tre giorni.

Potenziare il metavarso

Il metaverso abilita esperienze condivise tra il mondo fisico e il mondo digitale e, in uno scenario di crescente digitalizzazione delle aziende, può consentire alle persone di incontrarsi in un ambiente virtuale grazie all’uso di avatar, facilitando la collaborazione senza confini a livello globale.

Il Cloud di Microsoft fornisce un set completo di risorse progettate per abilitare il metaverso, spaziando dalle funzionalità IoT, in grado di creare “digital twins”, a Microsoft Mesh per offrire un senso di presenza condiviso nel mondo digitale, alle soluzioni basate sull’AI volte a creare interazioni naturali attraverso modelli di apprendimento automatico del parlato e delle immagini.

A Ignite, sono stati annunciati due importanti progetti per l’evoluzione del metaverso:

  • Dynamics 365 Connected Spaces: questa soluzione, ora in anteprima, fornisce una nuova prospettiva sul modo in cui le persone si muovono e interagiscono con gli spazi e su come gestiscono la salute e la sicurezza in un ambiente di lavoro ibrido.
  • Mesh per Microsoft Teams: questa modalità di comunicazione collaborativa rende la presenza umana l’ultima frontiera della connessione. Grazie a questa piattaforma, tutti i partecipanti in una riunione possono essere presenti attraverso avatar personalizzati e spazi immersivi a cui si può accedere da qualsiasi dispositivo, senza bisogno di attrezzature speciali. 

Tradurre i progressi dell’AI per i clienti

I modelli di intelligenza artificiale su larga scala stanno ora diventando piattaforme sempre più evolute fino a creare Ambient Intelligence, cioè ambienti digitali reattivi e consapevoli delle esigenze degli utenti. Microsoft sta continuando a investire su questa tecnologia: solo cinque anni fa ha annunciato il primo computer hyperscale AI e oggi è in grado di offrire alle aziende un supercomputer all’avanguardia per affrontare le proprie sfide. AMD, per esempio, lo ha usato per progettare processori di nuova generazione e alcuni ricercatori olandesi lo hanno utilizzato per simulazioni sulla diffusione del Covid-19.

Su Azure sono state integrate le capacità fondamentali per creare e addestrare modelli su larga scala. L’organizzazione partner OpenAI ha usato il supercomputer per addestrare i modelli GPT-3, una svolta nella comprensione e generazione di linguaggio naturale.

In occasione di Ignite, Microsoft annuncia Azure OpenAI Service, un servizio inizialmente disponibile solo su invito, che darà ai clienti l’accesso ai potenti modelli di OpenAI in aggiunta alla sicurezza, all’affidabilità, alla conformità, alla privacy dei dati e ad altre capacità di livello enterprise integrate in Microsoft Azure.

Costruire un tessuto di fiducia

Microsoft sta costruendo il sistema di identità del futuro, che collega e permette alle persone, alle organizzazioni, alle app e anche ai dispositivi intelligenti di prendere decisioni di accesso in tempo reale in modo sicuro, a partire da Azure Active Directory (AD), che si estende oltre la protezione e la gestione degli accessi per supportare i processi delle aziende verso una collaborazione senza confini. Microsoft Teams Connect è abilitato proprio da questo “tessuto” di fiducia: ogni utente e ogni richiesta di accesso sono protetti attraverso la piattaforma di identità.

A Ignite, Microsoft presenta due aggiornamenti di Teams Connect che aiutano a rimuovere ancor più barriere e a creare un ecosistema senza confini.

  • Teams Shared Channels, che permette agli utenti di invitare un team esterno a unirsi a un canale, programmare una riunione su un canale condiviso e collaborare sui file.
  • Chat with Teams, che permette agli utenti di chattare senza problemi con persone esterne al network aziendale. Gli utenti di Teams possono chattare con qualsiasi utente di Teams con un indirizzo e-mail personale Microsoft o un numero di telefono, pur nel rispetto dei protocolli di sicurezza e compliance dell’organizzazione.

Altre novità

Tra gli altri annunci di nuovi prodotti e aggiornamenti rivelati a Ignite, emergono anche:

  • Microsoft Loop, una nuova app che si muove liberamente tra le applicazioni, permettendo ai team di pensare, pianificare e creare insieme. È possibile organizzare tutto il necessario per il progetto – file, collegamenti e dati da altre applicazioni – in un unico spazio di lavoro;
  • La Microsoft Customer Experience Platform, una soluzione di marketing che permette alle organizzazioni di avere il controllo dei dati dei clienti per personalizzare, automatizzare e ottimizzare il customer journey;
  • Context IQ, un insieme di funzionalità che integrerà ulteriormente la collaborazione, la condivisione e la comunicazione nel flusso di lavoro attraverso Dynamics 365, Office 365 e Teams.
  • Diversi aggiornamenti importanti in Azure, compreso il modo in cui Microsoft sta aiutando i clienti a gestire i dati e le applicazioni in ambienti ibridi e multicloud con Azure Arc.
  • Nuove soluzioni di sicurezza all’avanguardia per le piccole imprese con Defender for Business.

 

Questi sono solo brevi estratti di alcune delle novità presentate.
Per scoprirle tutte in dettaglio, leggi il Book of News di Microsoft Ignite 2021.

Directions EMEA 2021

Anche quest’anno Var Prime partecipa a Directions Emea, l’evento annuale organizzato dai partner Microsoft Dynamics e dedicato all’ecosistema dei partner focalizzati sul mercato delle PMI.

Siamo onesti, la pandemia ci ha fatto reinventare più e più volte.

Abbiamo scoperto che molto può essere fatto online, ma niente può sostituire l’interazione faccia a faccia, il networking e l’aspetto sociale nella comunità dei partner Microsoft Dynamics; per questo motivo Var Prime torna a Directions EMEA, l’imperdibile conferenza annuale,  il “place to be” dove i partner possono fare un’immersione profonda nelle ultime novità di Dynamics.

Quest’anno, dal 27 al 29 ottobre, i partner dell’area EMEA si incontreranno a Milano per acquisire conoscenze di prima mano su Dynamics 365 Business Central, Dynamics 365 Sales, Marketinge Power Platform, per innovare il business e affrontare con successo i requisiti tecnologici e le nuove politiche di prezzo e di vendita, per offrire ai clienti estensioni eccezionali, soluzioni innovative e app in AppSource utilizzando Business Central, Azure Services, Microsoft Power Platform, AI e Machine Learning.

Var Prime non può mancare a questo evento, un momento di confronto e crescita per chi lavora nel mondo Dynamics, un’opportunità di condividere le conoscenze, creare reti e scoprire nuove opportunità di collaborazione, per continuare a crescere ed innovare e rispondere alle richieste dei clienti e del mercato.

Var Group aderisce al Microsoft Partner Pledge

Un patto, 4 pilastri: competenze digitali, diversità e inclusione, Intelligenze Artificiale responsabile ed etica, sostenibilità.

Microsoft chiama, Var Group risponde: con entusiasmo abbiamo deciso di aderire al Microsoft Partner Pledge, un programma che punta ad obiettivi di alto profilo.

In Var Group sappiamo bene che la tecnologia svolge un ruolo fondamentale per il mercato e in generale per la collettività, ma siamo anche consapevoli del fatto che il cambiamento industriale su larga scala ha un impatto notevole sull’ambiente e sulla società.

Le nazioni possono prosperare se adottano le tecnologie in forma profonda, ma anche se questa adozione segue un percorso etico e se tutti possono avere le giuste competenze e le stesse opportunità per sfruttare al meglio il futuro che abbiamo davanti.

Anche Satya Nadella, CEO di Microsoft, recentemente ha dichiarato:

Se è vero che l’intensità tecnologica può essere un fattore trainante per la crescita economica, la soluzione non è semplicemente quella di costruire più tecnologia fine a sé stessa. È necessario garantire che la tecnologia sia inclusiva, affidabile e contribuisca a creare un mondo sostenibile.

Abbiamo quindi deciso di impegnarci e prendere parte al Microsoft Partner Pledge; aderendo all’iniziativa, come partner Microsoft, ci facciamo ambasciatori per promuovere nelle imprese la crescita e la diffusione delle competenze digitali, della diversità e dell’inclusività, la creazione e lo sviluppo di una Intelligenza Artificiale responsabile ed etica e un futuro sostenibile dal punto di vista ambientale.

Microsoft Partner Pledge

Ecco i 4 pilastri su cui si fonda questo programma e sui cui lavoreremo insieme a Microsoft:

  • Competenze Digitali: aiutare l’Italia a prepararsi alle sfide della quarta rivoluzione industriale attraverso il programma di Microsoft per le competenze digitali.
  • Diversità ed Inclusione: sostenere la società e continuare a lavorare per migliorare la diversità della nostra forza lavoro tecnologica.
  • IA (Intelligenza Artificiale) Responsabile ed Etica: controllare che l’IA sia sviluppata e implementata in forme responsabili ed etiche.
  • Sostenibilità: impegnarsi per la sostenibilità e la riduzione della nostra impronta di carbonio.

In Var Group possiamo realizzare cose straordinarie, perché i valori positivi e le priorità che condividiamo sono parte integrante del modo in cui lavoriamo e perché crediamo che impegnarsi in questi campi non sia solo la cosa giusta da fare, ma abbia anche un forte significato imprenditoriale e sociale.

Var Group, attraverso Var Prime, entra nella compagine societaria di Sky Software, dando vita a Var4Retail.

Var Group, per la digitalizzazione del settore Fashion e Specialty Retail, entra nel capitale di Sky Software e crea il centro di competenza Var4Retail

Fashion, Sportswear, Shoes, Accessori e Arredamento, Beauty: la rivoluzione dell’esperienza d’acquisto passa attraverso le tecnologie digitali.

Empoli, 14 ottobre 2021 – Nell’ultimo anno e mezzo le trasformazioni socioeconomiche hanno segnato profondamente il settore del Retail specializzato e l’esperienza di acquisto è diventata sempre più ibrida e fluida.  I retailer oggi sono chiamati a ripensare completamente i propri processi e la relazione con i clienti, a definire una nuova organizzazione dei punti vendita fisici e virtuali, per cogliere appieno le opportunità che la nuova dimensione digitale offre.

Per dare un supporto sempre più evoluto alle aziende del settore, Var Group, partner per la digitalizzazione delle imprese del Made in Italy, ha arricchito le proprie competenze entrando nella compagine societaria di Sky Software, attraverso la controllata totalitaria Var Prime, dando vita a Var4Retail, centro di competenza dedicato al settore Fashion & Specialty Retail.

Var4Retail riunisce in un’unica realtà l’esperienza di Var Prime e il ventennale lavoro a supporto del Retail specializzato di Sky Software, società con sede a Treviso, che ha trasferito tutto il suo expertise nella nuova piattaforma Dinamo, una suite di soluzioni per la gestione completa della nuova dimensione del settore.

Var4Retail affiancherà, con un team composto da 25 consulenti e con un’offerta specializzata e innovativa, le aziende del Fashion, Sportsware, Shoes, Houseware e Beauty Retail.

Siamo orgogliosi di dare vita a Var4Retail, un polo di eccellenza nel quale confluiscono le esperienze e il lavoro di Var Prime e la nuova collaborazione con Sky Software. Siamo costantemente impegnati nella digitalizzazione dei settori più importanti della nostra economia, definendo, di volta in volta, collaborazioni con realtà che rappresentano l’eccellenza in ciascun ambito. Amiamo contaminare le nostre competenze, offrendo sempre una proposta altamente specializzata e globale, grazie all’integrazione con l’intera offerta Var Group.

dichiara Francesca Moriani, Ceo Var Group.

Grazie alla collaborazione con Sky Software e all’uso della piattaforma innovativa Dinamo, saremo in grado di estendere le nostre soluzioni di settore e rafforzare la nostra presenza geografica rendendola capillare su tutto il territorio nazionale. In questo modo, inoltre, sviluppiamo importanti sinergie sui clienti esistenti che beneficeranno di una nuova roadmap evolutiva per le loro attuali soluzioni retail, anche in ottica Cloud.

commenta Lorenzo Sala, Amministratore Delegato Var Prime.

Avevamo pianificato da tempo l’ingresso di un partner strategico che ci consentisse di raggiungere gli obiettivi di sviluppo che ci eravamo prefissati. Con Var Group abbiamo subito trovato la giusta intesa. Ancor prima di discutere le condizioni, abbiamo condiviso il piano industriale mettendo a fattor comune la nostra vision basata su Dinamo, trovando un perfetto allineamento di vedute. Siamo molto soddisfatti dell’accordo raggiunto: grazie al potenziale del Gruppo, identificheremo le aree per favorire l’accelerazione del processo di integrazione e potenziamento della nostra offerta di soluzioni innovative.

aggiungono Andrea Milan, Presidente e Riccardo Pauletti, Amministratore Delegato di Sky Software.

Microsoft Academy Var Group

Preparati alle professioni del futuro con la Microsoft Academy di Var Group

Viviamo in un periodo di grande trasformazione e innovazione tecnologica e anche il mondo del lavoro è coinvolto in questi grandi cambiamenti. Nel prossimo decennio il 90% dei lavori richiederà competenze digitali e già da oggi è importante cominciare a fornire queste competenze digitali a chi le dovrà utilizzare.

L’innovazione tecnologica ha cominciato a trasformare il modo di lavorare di intere filiere e diversi studi e ricerche evidenziano una carenza delle competenze digitali necessarie ai nuovi modelli produttivi.

Poiché le competenze digitali sono un fattore strategico del sistema socio-economico italiano, è necessario che tutti si assumano le proprie responsabilità: per questo motivo Var Group e Var Prime si impegnano in diverse iniziative di carattere formativo, per aiutare le persone ad arricchire il proprio bagaglio di conoscenze digitali per non farsi trovare impreparati alle nuove richieste del mercato del lavoro.

Tra queste iniziative un ruolo importante lo ricoprono le Microsoft Academy, che Var Prime organizza ormai da anni e che hanno l’obiettivo di fornire utili competenze teoriche e pratiche sul mondo delle soluzioni professionali Microsoft a persone che si affacciano al mondo del lavoro.

Scopri i dettagli dell’academy che sta per iniziare.

 

Microsoft Inspire 2021

Microsoft Inspire 2021: nuove opportunità in vista

Anche quest’anno è arrivato il momento di Microsoft Inspire, la conferenza annuale di Microsoft dedicata all’ecosistema dei partner. L’evento, giunto quest’anno alla diciottesima edizione, continua ad essere una esperienza globale che coinvolge partner da tutto il mondo anche se per il secondo anno, solo in forma virtuale.

La due giorni, comunque, è stata ricca di annunci e di novità per i partner e per i clienti che in tutto il mondo si affidano a Microsoft per continuare a crescere e lavorare in maniera più produttiva e flessibile.

Microsoft Inspire 2021

Ecco alcune delle novità che sono state annunciate in questi due giorni.

Windows 365

L’annuncio più importante è stato, senza dubbio, quello di Windows 365, un servizio cloud che offre alle aziende di tutte le dimensioni un nuovo modo di sperimentare Windows 10 o Windows 11. Windows 365 porta il sistema operativo sul cloud di Microsoft, trasferendo l’intera esperienza di Windows – app, dati e impostazioni – sui dispositivi personali o aziendali. Sicuro “by design” e progettato secondo il principio Zero Trust, Windows 365 protegge e memorizza le informazioni in cloud, e non sul dispositivo, fornendo un’esperienza sicura e produttiva per tutti i lavoratori, dai tirocinanti ai dipendenti, dagli sviluppatori software agli Industrial Designer. Windows 365 da vita a una nuova categoria di computer ibridi chiamata Cloud PC, che fa leva sia sulla potenza del cloud sia sulle capacità dei dispositivi per fornire un’esperienza Windows completa e personalizzata. L’annuncio rappresenta un’innovazione rivoluzionaria, che risponde alle esigenze delle organizzazioni di tutto il mondo alla ricerca dei modi migliori per facilitare i modelli di lavoro ibridi.

Con Windows 365, stiamo dando vita a una nuova categoria: il Cloud PC. Proprio come le applicazioni sono state portate in cloud con il modello SaaS, ora stiamo portando il sistema operativo sul cloud, fornendo alle organizzazioni una maggiore flessibilità e un modo sicuro per consentire ai propri collaboratori di essere più produttivi e connessi, indipendentemente dalla loro posizione geografica.

ha dichiarato Satya Nadella, Presidente e CEO di Microsoft.

Windows 365 aiuterà i datori di lavoro a risolvere quelle sfide che hanno dovuto affrontare già da prima dello scoppio della pandemia, offrendo ai dipendenti una maggiore flessibilità e la possibilità di lavorare da luoghi diversi, garantendo al contempo la sicurezza dei dati dell’organizzazione. I lavoratori stagionali potranno cambiare team senza dover affrontare i problemi logistici legati alla consegna di un nuovo hardware o alla messa in sicurezza dei dispositivi personali, permettendo alle organizzazioni di adattarsi con più efficienza e sicurezza ai periodi di lavoro più intensi. Inoltre, le aziende potranno facilmente garantire ai lavoratori specializzati in ruoli creativi, analitici, ingegneristici o scientifici una maggiore potenza di calcolo e un accesso sicuro alle applicazioni essenziali di cui hanno bisogno.

Dynamics 365 e Microsoft Teams

Per Dynamics 365, invece, è stata annunciata una integrazione ancora più forte con Microsoft Teams. Microsoft Teams ha dimostrato quanto possa essere prezioso per le organizzazioni e ha lanciato un flusso costante di nuove funzionalità per riunire le persone virtualmente e consentire la collaborazione da qualsiasi luogo. I clienti di Microsoft Teams, avranno ora anche la possibilità di visualizzare e modificare i dati di Microsoft Dynamics 365 in Teams senza costi aggiuntivi, indipendentemente dal fatto che abbiano o meno una licenza Dynamics 365. L’accesso gratuito ai dati fornisce flessibilità alle organizzazioni per determinare quando e come acquistare Dynamics 365. L’inclusione dell’accesso a Dynamics 365 eliminerà una barriera alla produttività all’interno del flusso di lavoro del cliente. Ora, qualsiasi dipendente con una licenza Teams può vedere i record di Dynamics 365 direttamente all’interno di Teams. Le autorizzazioni e le regole di accesso possono essere configurate per garantire che solo gli utenti appropriati possano accedere ai dati dei record dei clienti. I clienti che hanno bisogno di funzioni avanzate o di analisi possono acquistare Dynamics 365 per interagire ulteriormente con i dati.

Microsoft Cloud for Sustainability

È stato presentato Microsoft Cloud for Sustainability, la nuova offerta verticale pensata per aiutare le organizzazioni di ogni settore a ridurre il proprio impatto ambientale. Disponibile nel corso di quest’anno, Microsoft Cloud for Sustainability aiuterà Microsoft e i suoi clienti, in tutti i settori, a raggiungere i loro obiettivi di riduzione del carbonio e di sostenibilità e permetterà alle organizzazioni di registrare, segnalare e ridurre le loro emissioni nel loro percorso verso l’obiettivo delle emissioni-zero.
Questo nuovo cloud permetterà ai clienti di investire in pratiche sostenibili e di collaborare con esperti per accelerare il progresso verso i loro obiettivi di riduzione delle emissioni di carbonio e di sostenibilità. Questa nuova offerta riconosce la riduzione delle emissioni di carbonio come una delle sfide più urgenti che il pianeta deve affrontare e risponde alla domanda di investitori, clienti e legislatori per un maggiore impegno, responsabilità e misurazione degli sforzi di riduzione delle emissioni di carbonio nelle organizzazioni.

Microsoft Viva

C’è un’incredibile opportunità di integrazione dei partner con Microsoft Viva, che riunisce un’esperienza integrata dei dipendenti che combina comunicazioni, apprendimento, benessere e conoscenza direttamente nel flusso di lavoro. Sono state aggiunte nuove integrazioni con più di 20 partner. Attraverso queste integrazioni, i clienti potranno connettersi senza soluzione di continuità ai sistemi e agli strumenti che i loro dipendenti usano ogni giorno proprio nel flusso delle esperienze Viva.

 

Se vuoi scoprire nel dettaglio tutti gli annunci di Microsoft Inspire, visita il Book of News di Inspire 2021

Rivivi le emozioni del Keynote di Satya Nadella

Link&Share-Francesca Moriani ospita Silvia Candiani

Parola d’ordine: condividere. Il confronto è arricchimento!

Con questo obbiettivo, Francesca Moriani, CEO Var Group, ospita in Link & Share personalità con cui discutere e confrontarsi su tematiche legate al mondo della tecnologia, delle imprese e del lavoro.

Per parlare di tecnologia a supporto delle imprese e degli utenti, l’ospite dell’appuntamento del 22 giugno è stata Silvia Candiani, Italy Country General Manager Microsoft. Durante la “chiacchierata” sono emersi diversi interessanti spunti per analizzare il momento attuale del Paese, delle imprese italiane e degli utenti.

Il primo punto trattato è quello dell’impegno dei partner tecnologici e del ruolo che hanno svolto in questi anni, per supportare le imprese e per aiutare la trasformazione digitale del Paese.

In particolare, Microsoft ha operato per diffondere cultura tecnologica e potenziare le sue infrastrutture in Italia; esempio di questo impegno è Ambizione Italia #DigitalRestart, il piano quinquennale di investimenti per l’Italia del valore di 1,5 miliardi di dollari. Un impegno concreto a supporto dell’innovazione e della crescita del Paese, che passa attraverso iniziative di formazione digitale, programmi per le imprese per incoraggiarne la trasformazione digitale, laboratori di Intelligenza Artificiale ed un impegno per la sostenibilità ambientale con la creazione di un ecosistema di open innovation sui temi green.

Oltre a questo piano di investimenti, non va dimenticato l’annuncio di Microsoft per la creazione della prima Regione Data Center di Microsoft in Italia, a Milano, che permetterà alle aziende di ogni dimensione e settore di accedere a servizi cloud locali di livello enterprise con le massime garanzie di sicurezza.

In seconda battuta, il punto della discussione si è spostato sul risveglio tecnologico delle imprese italiane, accelerato dal emergenza sanitaria.

Dalla conversazione è emerso chiaramente come i focus su cui le aziende italiane hanno dovuto concentrarsi in questi mesi, sono quello legato all’abilitazione dello smart working e quello legato alla cyber security. Molte aziende non erano pronte né culturalmente, né tecnologicamente a sostenere il lavoro delle proprie risorse in luoghi diversi dall’ufficio e quindi si è reso necessario predisporre tecnologie, infrastrutture e processi che permettessero il lavoro da remoto, che aiutassero la collaborazione anche fuori dall’abituale spazio di lavoro fisico e garantissero la sicurezza dei dati trattati anche fuori dagli uffici.

Altro spunto di discussione nato durante la conversazione, è quello legato alla centralità delle persone all’interno delle aziende e al benessere dei lavoratori. Le aziende, come sappiamo, sono fatte da persone, e se le persone sono nella condizione di lavorare al meglio, anche l’azienda ne trae beneficio.

Per analizzare il benessere dei lavoratori, Microsoft ha realizzato il Work Trend Index, uno studio internazionale da cui è emersa la necessità di ripensare alcune pratiche ormai consolidate per prepararsi al nuovo mondo del lavoro.

Per conoscere tutti gli argomenti trattati, per rivedere il momento di confronto o se sei riuscito ad assistere alla diretta, ecco il video integrale del Link & Share di lunedì 22 giugno.

 

 

Microsoft Build 2021

Scopri con Var Prime le ultime novità da Microsoft Build 21

Maggio è il mese di Microsoft Build, la conferenza annuale dedicata agli sviluppatori. Anche nell’edizione di quest’anno non sono mancati importanti annunci sulle novità di una vasta gamma di soluzioni, da Azure a Power Platform, passando per Microsoft 365 e Teams.

Ecco un elenco delle più importanti novità:

 

Se vuoi scoprire di più, visita il minisito dedicato all’evento o leggi il Book of News.

 

Microsoft risponde all'appello dell'UE, processare i dati in Europa

Microsoft risponde all’appello dell’Unione Europea: archiviare e processare i dati europei in Europa

Microsoft il 6 maggio ha annunciato un nuovo impegno per l’Unione Europea, ovvero l’EU Data Boundary for Microsoft Cloud, piano in base al quale i dati delle organizzazioni e le Pubbliche Amministrazioni europee clienti Microsoft saranno archiviati e processati in UE. Questo impegno si applicherà a tutti i principali servizi cloud di Microsoft: Azure, Microsoft 365 e Dynamics 365. Microsoft sta già iniziando a lavorare a questo piano con l’obiettivo di terminare le attività entro la fine del 2022.

Siamo fiduciosi che l’aggiornamento possa essere un ulteriore elemento per tutti i clienti che desiderano un impegno ancora maggiore sulla Data Residency. Continueremo a confrontarci con i clienti e le autorità regolatorie su questo piano nei prossimi mesi, in merito agli adeguamenti necessari in termini di sicurezza e proseguiremo tenendo conto dei loro feedback.

I servizi cloud Microsoft erano già conformi o addirittura superavano le linee guida dell’UE. Microsoft offre già ai clienti pubblici e privati la possibilità di archiviare i dati nell’Unione Europea e molti servizi cloud di Azure possono già essere configurati per processare i dati anche nell’UE. Inoltre, utilizziamo crittografia di livello mondiale e solide soluzioni Lockbox che soddisfano le attuali linee guida normative. Molti dei nostri servizi mettono il controllo della crittografia dei dati direttamente nelle mani dei clienti attraverso l’uso di chiavi gestite dai clienti stessi e li proteggiamo da accessi impropri da parte di qualsiasi governo del mondo.

Abbiamo già iniziato le attività a livello tecnico affinché i nostri servizi cloud possano archiviare e processare nell’UE tutti i dati personali dei nostri clienti europei, se lo desiderano. Questo piano include tutti i dati personali nell’ambito di dati diagnostici e i dati generati dai servizi oltre ai dati personali che utilizziamo per fornire supporto tecnico. Estenderemo inoltre i controlli tecnici come Lockbox e la crittografia gestita dal cliente a tutti i servizi cloud Microsoft di base. Questo piano è valido anche a Svizzera, Islanda, Norvegia e Liechtenstein e sarà applicato ai nostri servizi cloud principali per migliorare le nostre attuali offerte per i clienti. Inoltre, quest’autunno realizzeremo un EU Cloud Customer Summit in cui condivideremo maggiori dettagli su questa iniziativa.

ha dichiarato Brad Smith, Presidente e Chief Legal Officer Microsoft

L’importanza della privacy

L’aggiornamento annunciato in queste settimane conferma l’impegno di Microsoft nei confronti della strategia UE “un’Europa pronta per l’era digitale” e del ruolo che il settore tecnologico deve svolgere nell’aiutare l’Europa a realizzare le sue aspirazioni digitali.

Oltre a elaborare i dati personali di organizzazioni e Pubbliche Amministrazioni in Europa, stiamo anche creando un Privacy Engineering Center of Excellence a Dublino per aiutare i nostri clienti europei nella scelta delle soluzioni più adatte per sviluppare modalità solide di protezione dei dati che siano conformi ai requisiti normativi. Stiamo lavorando per contribuire allo sviluppo di “Tech Fit 4 Europe”.

ha spiegato ancora Brad Smith

Il piano EU Data Boundary for Microsoft Cloud è reso possibile grazie a un’ampia infrastruttura europea di data center. Queste strutture abilitano servizi cloud in grado di contribuire alla trasformazione digitale di aziende e del settore pubblico, aumentando la loro competitività, con la certezza di poter operare nel rispetto di tutte le leggi e regolamenti. Oltre ai clienti degli stati membri dell’Unione Europea, potranno accedere al piano EU Data Boundary anche i clienti Microsoft in Norvegia e Svizzera.

Microsoft da tempo lavora per soddisfare e superare i requisiti delle leggi europee sulla protezione dei dati. L’azienda americana ricorda per esempio di essere stata la prima grande azienda tecnologica ad affermare la nostra conformità al GDPR e ad estendere i diritti e le protezioni fondamentali del GDPR ai nostri clienti a livello globale, non solo a quelli dell’UE. Inoltre, a seguito del rilascio delle raccomandazioni da parte del Comitato europeo per la protezione dei dati (EDPB) sulle misure che le imprese dovrebbero attuare a seguito della sentenza Schrems II, ha annunciato l’iniziativa Defending Your Data, che va oltre le raccomandazioni dell’EDPB. Microsoft infatti contrasta le richieste provenienti da qualsiasi Governo in merito ai dati dei suoi clienti del settore pubblico e privato, laddove vi sia una base legale per farlo.

Per maggiori informazioni, clicca QUI.

Open Innovation for Fondazione del Tessile Italiano

Open Innovation and new Technology Scenarios for the Textile Industry

13 maggio 2021

Quali sono gli scenari della digital transformation legati al settore del Tessile? L’industria tessile, uno dei fiori all’occhiello del made in Italy, può diventare un esempio della fusione tra tradizione artigiana e innovazione digitale? Cosa succede quando l’innovazione entra in azienda?

Var Group, da sempre a fianco delle aziende del comparto Tessile, il 13 maggio parteciperà al primo incontro di un ciclo di eventi di confronto con il mondo dell’imprenditoria del settore Tessile organizzato e promosso da StartupBootcamp FashionTech, l’acceleratore d’impresa dedicato alle startup del tech orientate al mondo della moda.

Var Group illustrerà ai membri della Fondazione del Tessile Italiano le tendenze tecnologiche e gli strumenti abilitanti su cui maggiormente sta investendo per aiutare le aziende ad aumentare la competitività e salvaguardare l’eccellenza della produzione, sui mercati nazionali e internazionali e potrà confrontarsi con gli imprenditori per ascoltare e raccogliere le loro business challenges.

In questo spazio di confronto Var Group tratterà soprattutto tematiche legate a:

  • Blockchain, la tecnologia che permette alle aziende di migliorare la tracciabilità della filiera, la tutela dei marchi e la semplificazione delle operazioni;
  • Demand Planning, il processo aziendale che garantisce alle aziende di gestire in modo più consapevole i processi di acquisto, stoccaggio e gestione dei materiali, fattori molto importanti nel settore tessile;
  • Virtual show room, gli ambienti virtuali che possono portare nel mondo dell’on-line molte delle esperienze e delle dinamiche tipiche degli acquisti in-store.

Se sei interessato a questo ciclo di eventi o vuoi maggiori informazioni, contattaci: