COIMA SCEGLIE AZURE E DYNAMICS365 BUSINESS CENTRAL PER INIZIARE IL SUO PERCORSO DI DIGITAL TRANSFORMATION

Fondata nel 1974, COIMA è una piattaforma leader nell’investimento, sviluppo e gestione dei patrimoni immobiliari per conto di investitori istituzionali. L’azienda, che vanta al suo interno circa 200 dipendenti, si articola in tre principali società:

  • COIMA SGR, società di Investment & Asset management, gestisce 24 fondi di investimento immobiliari con oltre 6 miliardi di euro di investimenti e conta nel proprio portafoglio oltre 150 proprietà, incluso 40 immobili certificati LEED.
  • COIMA Srl, società di development e property management, in oltre 40 anni ha sviluppato e gestito immobili per oltre 5 milioni di metri quadrati.
  • COIMA RES è una Società di Investimento Immobiliare Quotata, con un portafoglio di alta qualità prevalentemente concentrato nel segmento uffici a Milano.

COIMA non è una holding e quindi ha sempre lavorato con processi di gestione contabile e finanziaria separati per le diverse società che la rappresentano.

Tuttavia, a seguito di una crescita significativa dell’azienda, si inizia a percepire la necessità di reingegnerizzare i processi e standardizzarli rispetto a esigenze aziendali eterogenee, con l’obiettivo di ottenere economie di scala derivanti dall’utilizzo di un’unica soluzione per tutti i dipartimenti. Con quest’obiettivo che valica la sola dimensione tecnologica, nel 2017, COIMA decide di intraprendere un percorso di adozione del cloud Azure, partendo da un as is caratterizzato da applicazioni dipartimentali altamente customizzate per le differenti società del gruppo ed erogate tramite tecnologie on-premises.

Per la realizzazione dell’iniziativa, COIMA sceglie Var Group come Partner di progetto per la migrazione dei sistemi gestionali a supporto della divisione Finance verso Microsoft Dynamics 365 Business Central.

Il Cloud è infatti in grado di rispondere efficacemente alle esigenze di standardizzazione, nonché di assicurare una gestione dinamica delle risorse informatiche che possa seguire il ritmo di crescita del business di COIMA.

Da un punto di vista tecnologico, gli applicativi migrati non supportano attività mission-critical e dunque la fruizione in Cloud libera il personale IT aziendale, composto da 4 persone, dagli oneri di gestione operativa dei sistemi, garantendo allo stesso tempo un elevato livello di affidabilità.

Il passaggio da tecnologie on-premises, totalmente ammortizzate, ai servizi in Cloud genera inizialmente un aumento dei costi, tuttavia COIMA prevede di ottenere un ritorno dell’investimento realizzato non tanto relativamente ai costi diretti dei sistemi quanto più grazie all’ottimizzazione di processo.

Inoltre, l’azienda ritiene vantaggiosa la possibilità di liberarsi dell’architettura legacy precedentemente in uso, la cui customizzazione e stratificazione iniziavano a generare troppe complessità gestionali.

Il cambiamento verso il nuovo modello operativo è gestito senza particolari criticità o resistenze organizzative a fronte di un opportuno shift di competenze del personale IT, che ha dovuto seguire un percorso di formazione e aggiornamento, e di una serie di momenti di training al personale amministrativo per l’utilizzo della nuova soluzione.

I benefici derivanti dall’adozione del Cloud, percepiti in modo ancor più significativo durante il periodo di emergenza sanitaria legata al Covid-19, spingono COIMA a un progressivo ripensamento complessivo dei propri sistemi, che sempre più in futuro faranno leva sui servizi Azure.

Il case study è stato realizzato in collaborazione con l’Osservatorio Cloud Transformation degli Osservatori Digital Innovation – School of Management del Politecnico di Milano.

INDUSTRIES

Finance

SOLUZIONI