Articoli

Le aziende che hanno già intrapreso percorsi di digital trasformation rispondo meglio alle esigenze di periodi critici, come quello che stiamo vivendo.

Il percorso della Digital Transformation

Molte aziende erano pronte ad intraprendere un percorso di Digital Transformation, altre avevano già avviato questo viaggio, ma una buona parte del tessuto produttivo italiano non si era ancora attivato in tal senso e per questo motivo diverse realtà si sono trovate del tutto o in parte impreparate per la gestione un periodo critico come quello che abbiamo affrontato e stiamo affrontando in questi mesi.
Queste aziende si trovano, oggi, a dover accelerare per poter garantire la continuità aziendale.

A riprova della accelerazione, ci sono le parole di  Satya Nadella, Ceo di Microsoft, che nei giorni scorsi ha affermato

Abbiamo visto due anni di trasformazione digitale in due mesi. Dal teamwork e dall’apprendimento a distanza, alle vendite e al servizio clienti, alla critical cloud infrastructure e alla sicurezza, lavoriamo ogni giorno al fianco dei clienti per aiutarli ad adattarsi e rimanere aperti.

Lo Smart Working e gli eventi virtuali

Diverse realtà, fino a pochi mesi fa, non agevolavano lo smart working e in alcuni casi addirittura lo vietavano. Per molte attività, nei mesi scorsi, invece, lo smart working è stata l’unica modalità che ha permesso di continuare a lavorare.

Per giorni abbiamo visto immagini di riunioni online; le tecnologie digitali hanno consentito di proseguire le attività lavorative tra colleghi, tra clienti e fornitori, permettendo di continuare a lavorare quasi come se si fosse ancora in ufficio.

Con l’impossibilità di riunirsi, con gli spostamenti bloccati o ridotti al minimo, molte aziende hanno dovuto reindirizzare il loro budget sugli eventi virtuali. Anche in questo caso, le tecnologie digitali hanno permesso di organizzare webinar, live event e altre forme di eventi virtuali.

Il format digitale non è certo in grado di replicare tutte le peculiarità degli eventi in person, ma, a maggior ragione in un periodo come questo, ha degli indubbi punti di forza: audience più ampia, costi di organizzazione ridotti se non azzerati, fruibilità dei contenuti live o on demand.

Terminato questo periodo particolare e complesso, potremo capire se per le attività lavorative quotidiane e l’organizzazione degli eventi avremo una nuova normalità basata sulle tecnologie digitali, o se si tornerà alle vecchie abitudini.

Il cloud e la Digital Transformation

Il cloud è sicuramente una delle tecnologie abilitanti per la Digital Transformation. Senza il cloud durante l’emergenza sanitaria che stiamo ancora affrontando, le aziende non avrebbero potuto mettere a disposizione dei dipendenti molti strumenti fondamentali per il lavoro quotidiano. Senza il cloud, anche brevi distanze fisiche rappresenterebbero una sfida per la collaborazione tra colleghi.

La trasformazione digitale, oggi, è l’attuale parola d’ordine del business. Ma non tutti i percorsi di trasformazione digitale hanno successo. Nel 2018, secondo una ricerca di Harvard Business Review, il 70% dei fondi destinati a progetti di Digital Transformation sono andati sprecati quando le iniziative messe in opera non hanno raggiunto gli obiettivi prefissati.

Sebbene la maggior parte delle aziende comprenda l’importanza della trasformazione digitale, molte di esse sono sopraffatte dall’idea di dover rinnovare il loro intero modus operandi senza sapere come realizzare una trasformazione. Ma si rendono anche conto che se non facessero nulla, correrebbero il rischio di sparire o di vedere ridimensionate le loro quote di mercato.

L’obiettivo della Digital Transformation

L’obiettivo di una trasformazione digitale è quello di utilizzare la tecnologia per risolvere i problemi tradizionali, il che significa integrare la tecnologia in ogni area del business. Se fatta bene, la trasformazione digitale permette alle aziende di fornire ai clienti un valore senza precedenti.

La trasformazione digitale è un percorso che non ha mai veramente un termine; ma non bisogna spaventarsi, perché una vera trasformazione digitale consente a un’azienda di evolversi continuamente e di continuare ad adottare nuove soluzioni digitali.

Uno dei primi obiettivi della trasformazione digitale è quello di abbattere i silos interni per creare un’esperienza interna senza soluzione di continuità. Ogni area dell’azienda ha un ruolo da svolgere nella trasformazione digitale, e ognuna di esse ha un impatto sul cliente.
La trasformazione digitale non deve essere necessariamente travolgente. Non è elemento da spuntare da una lista, ma piuttosto una mentalità che diventa parte della cultura e dell’esperienza dell’organizzazione.

Quando un’azienda si avvicina a una trasformazione con questo in mente, crea una trasformazione molto più gestibile.

Affidarsi a un partner di valore ed esperienza, in particolar modo in periodi così particolari e complessi, aiuterà ad affrontare questo viaggio con più tranquillità e ti permetterà di evitare di investire tempo e denaro senza benefici per la tua azienda.

Se vuoi approfondire e consolidare le tue conoscenze sul cloud Microsoft, non perdere i prossimi Azure workshop a Milano, il 20 febbraio e il 22 aprile.

Var Group, in collaborazione con Microsoft, propone una serie di workshop Azure, dedicati al mondo del cloud.
Se vuoi partecipare al livello avanzato e consolidare le tue conoscenze del cloud Microsoft, non perdere uno degli appuntamenti di Milano, dedicati a migliorare le tue capacità gestionali attraverso Security e Management.

Livello 3 – Microsoft Discover: Azure Well-Managed

Durante il workshop i partecipanti avranno modo di capire come configurare il servizio cloud per aumentare la disponibilità, la resilienza e la sicurezza della propria infrastruttura in Azure. Verranno inoltre presentati modelli di cloud computing basati sul Microsoft Cloud Adoption Framework e opzioni avanzate per la protezione e il controllo dell’infrastruttura.

Perchè partecipare?

  • Scoprirai come Microsoft definisce il Cloud Adoption Framework da una prospettiva di governance
  • Scoprirai come proteggere meglio il tuo ambiente cloud con Azure Security Center e Azure Sentinel
  • Imparerai a sfruttare Azure Service Health e Azure Monitor per costruire una solida architettura
  • Capirai come aumentare la disponibilità del tuo workload con servizi IaaS aggiuntivi (Azure Site Recovery, Azure Backup)

Agenda

  • Azure Cloud Adoption Framework (Cost Governance)
  • Security Center
  • Azure Monitor
  • Azure Service Health
  • Azure Business Continuity & Backup

20 Febbraio 2020, 9:30 – 13:00 | Microsoft House – Viale Pasubio 21 , Milano

 

22 Aprile 2020, 9:30 – 13:00 | Sede Var Group – Via Sbodio 2, Milano

 

 

 

 

 

 

 

Hybrid Cloud Experience: un laboratorio per accompagnare le aziende verso la trasformazione digitale, facendo leva sulle potenzialità del Cloud Ibrido

Al via Hybrid Cloud Experience. Obiettivo: accogliere imprenditori e manager per condividere know-how e offrire consulenza alla scoperta dei vantaggi di Cloud, AI e Cybersecurity.

Milano, 5 dicembre 2019

Var Group, Microsoft Italia, HPE ed Equinix annunciano la nascita di “Hybrid Cloud Experience”, un laboratorio permanente dedicato alle imprese con l’obiettivo di promuovere la cultura digitale e in particolare di aiutare realtà di qualsiasi dimensione e settore a comprendere i vantaggi del Cloud Ibrido a supporto della competitività. Ideata dalla task force dei quattro player, l’Hybrid Cloud Experience fa leva sul mix di competenze e tecnologie di ognuno per offrire consulenza a 360° e guidare le aziende verso la trasformazione digitale.

Il laboratorio come luogo per intraprendere un percorso alla scoperta del Cloud Ibrido

Il laboratorio si propone quale luogo di confronto, dove le imprese potranno intraprendere un percorso esperienziale alla scoperta del Cloud Ibrido e studiare insieme agli esperti di Var Group, Microsoft Italia, HPE ed Equinix soluzioni dinamiche in grado di ottimizzare efficienza ed efficacia, preservando gli investimenti, garantendo continuità, controllo e governance, guadagnando flessibilità e sfruttando funzionalità tecnologiche avanzate anche in termini di analisi dati, per affrontare con successo le sfide di oggi e di domani.

Secondo l’ultimo Osservatorio Cloud Transformation della School of Management del Politecnico di Milano (Ottobre 2019), il mercato Cloud italiano è cresciuto del 18% nel 2019 raggiungendo i 2,77 Miliardi di Euro, con un’accelerazione più significativa proprio sul fronte Public & Hybrid Cloud.

Il 24% delle aziende possiede un team dedicato alla gestione del cloud, ma per 6 aziende su 10 è difficile reperire le figure professionali necessarie sul mercato. Per questo è necessario puntare sulla condivisione di know-how e sulla consulenza, guidando non solo i professionisti IT, ma anche i ruoli di business in un percorso di consapevolezza sulle potenzialità del Cloud Ibrido.

L’Hybrid Cloud Experience, sviluppata con il supporto di Intel presso la sede milanese di Var Group (Via Gaetano Sbodio, 2), fa leva su tecnologia Microsoft, infrastruttura HPE e data center Equinix e intende porsi come vero e proprio abilitatore di innovazione, aiutando le aziende a cogliere le opportunità legate nel complesso a Cloud Computing, Artificial Intelligence e Cyber security: imprenditori e business decision maker potranno immergersi in scenari applicativi personalizzati e ispirarsi a casi d’uso verticali che riflettono le principali dinamiche dei diversi settori di mercato, ovvero Finance, Health, Retail, Oil&Gas, Manufacturing e Public Sector.

Le aziende potranno accedere a demo e simulazioni su virtualizzazione, containerizzazione, sviluppo e commercializzazione, per comprendere come migrare in modo strategico flussi on-premise su cloud e come integrare forme diverse di cloud, realizzando progetti ibridi in completa sicurezza.

Al servizio del laboratorio tutta l’expertise di Var Group, che opererà in modo trasversale come system integrator per mostrare scenari ove le tecnologie degli altri tre player si sposano per rispondere ad esigenze diverse e accompagnare realtà attive in settori differenti in un graduale percorso di adozione del cloud. Le aziende potranno anche beneficiare di un assessment iniziale, di una valutazione sull’impatto del Cloud sui processi, di una comparazione costi/benefici e di un “Cloud Journey” personalizzato fino ad arrivare a vivere demo sviluppate ad hoc con i propri dati.

È una proposta congiunta a vantaggio delle imprese italiane per sostenerne l’innovazione e la competitività con un approccio per industry.

In questo progetto mettiamo a fattor comune le nostre competenze tecnologiche, la nostra offerta di soluzioni innovative e la profonda conoscenza del mercato italiano. Così supporteremo il business dei nostri clienti, non solo nel definire la migliore strategia, ma anche nell’implementazione e gestione di nuovi contesti.

Infatti, a prescindere dalla fase di processo di creazione della strategia cloud in cui le aziende si trovano, grazie a questo laboratorio, all’esperienza dei partner coinvolti e al ruolo centrale di Var Group come partner per l’innovazione, aiuteremo le aziende ad intraprendere tutti i passaggi necessari per adottare le infrastrutture più vantaggiose e a individuare i workload che più si prestano a essere trasformati in una strategia di Hybrid Cloud.

afferma Francesca Moriani, Amministratore Delegato Var Group.

In particolare, i business decision maker potranno sperimentare i vantaggi della piattaforma cloud Microsoft Azure e di Azure Stack, una sorta di ponte tra l’infrastruttura locale ed Azure, che consente di gestire i workload in un ambiente unico e consistente, dando vita a scenari cloud completamente ibridi e su misura, in linea con le proprie esigenze. Le aziende potranno, inoltre, fare esperienza delle più avanzate feature di Intelligenza Artificiale e sicurezza abilitate da Azure e valutare scenari di integrazione delle tre cloud di Microsoft, non solo Azure, ma anche la piattaforma di produttività Office 365 e la piattaforma di applicazioni di business Dynamics 365.

Secondo i dati i-Com, le imprese che fanno uso del Cloud hanno una probabilità superiore del 27% di conseguire ricavi maggiori.

Il Cloud rappresenta, infatti, uno straordinario abilitatore d’innovazione. Le aziende ne sono sempre più consapevoli, ma spesso mancano risorse e competenze adeguate per mettere in atto un piano strategico di adozione del Cloud, che preservi gli investimenti pregressi e garantisca la flessibilità di scegliere quali attività migrare e quali no. È questo il valore del Cloud Ibrido su cui Microsoft punta da sempre per accompagnare le organizzazioni verso un percorso di trasformazione digitale graduale, con importanti vantaggi in termini di efficienza, scalabilità e sicurezza e con la possibilità di evolvere verso scenari integrati di Intelligent Cloud e Intelligent Edge.

Collaborando con Var Group, HPE ed Equinix, intendiamo proprio mettere un’équipe di esperti al servizio delle aziende italiane per condividere conoscenza e offrire consulenza sulle nuove tecnologie, aiutandole ad essere sempre più competitive.

dichiara Silvia Candiani, Amministratore Delegato di Microsoft Italia.

Nell’Experience i clienti potranno, altresì, toccare con mano come le soluzioni HPE migliorano l’agilità riducendo le operazioni ripetitive, accelerando il provisioning e la scalabilità dei servizi; questo significherà inoltre semplificare l’implementazione e la gestione delle risorse IT con gli stessi servizi di gestione e automazione utilizzati in Azure.

Oggi le aziende di ogni dimensione stanno adottando modelli di Cloud Ibrido per accedere a nuovi servizi, migliorare il time-to-market, promuovere la crescita del business e avvicinarsi di più ai propri clienti. Noi di HPE siamo stati i primi a credere in questo approccio, dove ciò che più conta è saper orchestrare al meglio tutte le risorse a disposizione dei nostri clienti. Abbiamo iniziato a lavorarci anni fa e oggi il mercato ci sta dando ragione.

L’Hybrid Cloud Experience rappresenta per noi un’ulteriore dimostrazione di come un modello di innovazione aperto e condiviso possa non solo generare soluzioni tecnologiche di grande impatto, ma anche abilitare modalità di business innovative e garantire vantaggi per tutti.

ha commentato Stefano Venturi, Presidente e Amministratore Delegato di HPE.

Le interconnessioni fisiche e virtuali dirette di Equinix offrono prestazioni più affidabili e sicure rispetto alla connessione pubblica tramite Internet (con una notevole riduzione dei costi della larghezza di banda) e consentono ai clienti di Microsoft, HPE e Var Group di fornire le capacità uniche del Cloud Ibrido, compresi i servizi applicativi, la produzione e la gestione delle identità, dati e servizi di backup e recovery, e servizi infrastrutturali come le reti virtuali e la gestione del traffico.

Inoltre, grazie a Equinix Cloud Exchange Fabric™ (ECX Fabric™), un servizio di interconnessione on-demand SDN-enabled, questi clienti potranno collegare la propria infrastruttura distribuita con l’infrastruttura distribuita di qualsiasi altra azienda sulla Piattaforma Equinix®.

Combinando ECX Fabric con i servizi Network Edge, i clienti possono implementare dispositivi virtual edge, estendendo la loro portata a migliaia di potenziali nuovi partner commerciali in tutto il mondo. La connettività privata tra le aziende, l’accesso a cloud service provider strategici come Microsoft e i servizi di rete sono essenziali in quanto la trasformazione digitale alimenta una maggiore domanda di servizi digitali localizzati nell’edge.

La trasformazione digitale sta spingendo le imprese a spostare la propria infrastruttura IT nel cloud e la chiave per il successo di questa strategia è beneficiare della flessibilità e della scalabilità delle architetture di Cloud Ibrido, che consentono di spostare facilmente carichi di lavoro e dati tra cloud pubblici e privati. Grazie al contributo e al coinvolgimento delle competenze di Equinix nell’Hybrid Cloud Experience, il cliente potrà affrontare e valorizzare gli aspetti chiave di una strategia di Cloud Ibrido strutturata, quali la scalabilità internazionale e l’interconnessione

aggiunge Emmanuel Becker, Equinix Country Manager Italia.

 

Se vuoi approfondire e consolidare le tue conoscenze sul cloud Microsoft, non perdere i prossimi Azure Discover Workshop a Milano e Roma.

Approfondisci la tua conoscenza del cloud Microsoft

Var Group, in collaborazione con Microsoft, propone una serie di workshop sul mondo del cloud. Se vuoi approfondire e consolidare le tue conoscenze del cloud Microsoft, non perdere i prossimi appuntamenti e scegli a che workshop iscriverti, a seconda delle tue conoscenze di Azure.

Livello 1 – Microsoft Discover: Azure Cloud Essentials

Questo workshop è dedicato a chi vuole scoprire Azure, un insieme di servizi cloud in continua espansione che ha l’obiettivo di supportare le aziende per aiutarle ad affrontare le sfide del mercato. Consente, infatti, di costruire, testare, implementare e gestire rapidamente infrastrutture e applicazioni ovunque.

Perché partecipare

Per scoprire quali sono i reali vantaggi di portare la propria infrastruttura nel Cloud Azure:

  • Eliminare nuovi e continui investimenti sull’Hardware
  • Usufruire di risorse virtuali infinite
  • Garantire rapidità di risposta alle evoluzioni strategiche dell’impresa
  • Sicurezza e scalabilità a portata di mano

Agenda

  • Introduzione alla piattaforma Azure
  • Networking ibrido
  • Infrastruttura VM ibrida
  • Servizi evoluti per macchine virtuali

Scegli una data e iscriviti:

Milano, 11 dicembre 2019 9.30/13 | Sede Var Group

ISCRIZIONI CHIUSE

Roma, 29 gennaio 2020 9.30/13 | Sede Microsoft Italia

ISCRIZIONI CHIUSE

 

Livello 2 – Microsoft Discover: Azure Cloud Migrate

Questo workshop è dedicato a chi già conosce la piattaforma Azure ma vuole sfruttare al meglio le potenzialità del cloud Microsoft; sarà possibile approfondire le conoscenze tecniche e scoprire come ridurre al minimo le complessità insite nel percorso di migrazione, affidandoti all’expertise di Var Group.

Perché partecipare?

Alla fine della giornata, avrai sviluppato maggiori conoscenze riguardo i seguenti temi:

  • Definire il contesto per il cloud journey
  • Scoprire e valutare le macchine virtuali VMware, Hyper-V, AWS, Windows Server e Linux utilizzando tecniche agent-based e agentless, strumenti di valutazione, gruppi di migrazione, visualizzazione delle dipendenze delle applicazioni
  • Migrare le macchine virtuali verso Azure, sfruttando il recupero di ASR per la migrazione

Agenda

DR da on-premise verso Azure
Backup SQL su Azure
Azure File Sync
Migrazione verso Azure

Scegli una data e iscriviti:

Milano, 11 dicembre 2019 14/17.30 | Sede Var Group

ISCRIZIONI CHIUSE

Roma, 29 gennaio 2020 14/17.30 | Sede Microsoft Italia

ISCRIZIONI CHIUSE

 

 

 

Var Group Show – un pomeriggio di spettacolo, tecnologia e innovazione, in un evento che saprà informarti ma anche intrattenerti

Milano
14 novembre – ore 15:30

​Var Group ti invita al Var Group Show, l’evento esclusivo che si terrà il 14 novembre a Milano, condotto da Francesco Marino, direttore responsabile di Digitalic.
Cloud, Intelligenza Artificiale, Blockchain, Industria 4.0 e Digital Security sono i temi dell’appuntamento dedicato all’innovazione che vedrà susseguirsi sul palco imprenditori  Made in Italy e i più importanti brand IT mondiali.
Scopri come guidare la Digital Transformation della tua azienda, vivi un pomeriggio di spettacolo, tecnologia e nuove strategie, partecipa a un evento che saprà informarti e ma anche intrattenerti grazie alle straordinarie scenografie degli Studi RAI.

Partecipano all’evento:

Carlo Piretti, General Manager Farnese Vini
Diego Andreis, Managing Director Fluid -o- Tech
Stefano Sacco, Amministratore Delegato RO.MAR
Lorenzo Maternini, Co-founder e Vice President Talent Garden
Francesca Moriani, Amministratore Delegato Var Group
Alessandro La Volpe, Vice President Cloud & Cognitive IBM
Raffaele Gigantino, Country Manager VMware
Silvia Candiani, Amministratore Delegato Microsoft Italia
Agostino Santoni, Amministratore Delegato Cisco Italia

Conduce Francesco Marino

Giornalista, ha fondato nel 2011 la rivista di Digitalic, che è anche un sito web, una piattaforma social e di eventi.
Per 10 anni ha lavorato presso il Gruppo Sole 24 Ore come responsabile della divisione ICT&Comunicazione, è stato direttore editoriale della rivista scientifica Newton e responsabile di divisione di Fiera Milano Editore.

Faranno parte dello show:

Simone Rugiati
Chef per estrazione, Simone Rugiati è un uomo, un artista e un professionista poliedrico in continua evoluzione. Considerato da sempre il pioniere dello show cooking in Italia, oggi Simone Rugiati è impegnato anche in nuovi progetti orientati all’imprenditorialità Bio-Green, tra Agricoltura 2.0 e l’Urban e Social farming.

Emma Morton & The Graces
Le radici, il jazz e la popolare band scozzese di folk e blues, Emma Morton + the Graces si esibiscono in performance e improvvisazioni cariche di emotività ed il dialogo spontaneo ed autentico tra i musicisti va al di là dell’esecuzione musicale, trascinando il pubblico in una esperienza intima e coinvolgente.

Seveso Casino Palace
I Seveso Casino Palace nascono a Milano nel 2013. Il progetto nasce dall’idea condivisa di suonare la musica che a loro piace senza focalizzarsi su degli schemi. L’obiettivo della band è quello di condividere la propria arte, che intrisa dei sentimenti di ogni componente, mira a suscitare lo stesso pathos dal pubblico.

I posti in studio sono esauriti; registrati per assistere alla diretta streaming del Var Group Show:

Azure Immersion Experience di Var Group e scopri come trasformare le tue idee in soluzioni

Vuoi portare il tuo business nel cloud? Partecipa agli Azure Immersion Experience di Var Group e scopri come trasformare le tue idee in soluzioni grazie ad un partner esperto e ad Azure, una piattaforma affidabile e flessibile in continua evoluzione.

Azure è la piattaforma pubblica di cloud computing di Microsoft che consente l’erogazione di più  di 100 servizi, aggiornati periodicamente e che aiuta le aziende di tutte le dimensioni ad affrontare le proprie sfide professionali quotidiane.

I servizi messi a disposizione appartengono a diverse categorie che spaziano dalla creazione o replica di macchine virtuali fino all’analisi complessa dei dati, dall’apprendimento automatico allo sviluppo delle applicazioni. All’interno di Microsoft Azure i servizi possono essere classificati in tre aree, a seconda della modalità di erogazione adottata: Infrastructure-as-a-Service (IaaS), Platform-as-a-Service (PaaS) ed infine Software-as-a-Service (SaaS).

Azure permette di creare, gestire e distribuire applicazioni su una rete globale di dimensioni elevate attualmente distribuita in 54 Regioni in tutto il mondo, un numero nettamente superiore a qualsiasi altro provider di servizi Cloud presente sul mercato.

Diventa il protagonista del cambiamento della tua azienda, scegli una data ed iscriviti subito a Azure Immersion Experience!

Evento a numero chiuso.

Febbraio

Marzo

Aprile

Maggio

 

 

6-22 novambre. | 6 tappe di Var Evolution, l’incontro che facilita la connessione tra le nuove tecnologie, la ricerca e le imprese.

Var Evolution, l’incontro organizzato da Var Group che facilita la connessione tra le nuove tecnologie, la ricerca e le imprese.

Il linguaggio dell’innovazione è vivo e quotidianamente deve essere tradotto in possibilità di sviluppo per le aziende. Var Evolution mette a disposizione dei partecipanti la ricerca dei più importanti poli universitari italiani, le tecnologie più evolute dei brand internazionali e la conoscenza delle innovazioni possibili, già calate nei principali settori del Made In Italy.

3 motivi per non perdere Var Evolution

  • Scoprire come la sinergia con i più prestigiosi poli universitari e brand internazionali permetta di unire l’eccellenza della ricerca con le tecnologie più evolute al servizio delle imprese.
  • Trasformare informazioni ed esempi concreti in spunti per valorizzare la propria realtà aziendale con progetti di digitalizzazione in ambito Big Data, Industria 4.0, Cloud e Digital Security.
  • Vivere l’innovazione attraverso la visione di accademici, start up e imprenditori illuminati che daranno vita ad un dibattito stimolante condotto da due esperti del settore, Luca Tremolada e Guido Romeo, giornalisti de Il Sole 24 Ore.

L’evento si articolerà su 6 tappe, con tematiche specifiche del territorio e dell’università che ospitano l’incontro.

Bologna, Bologna Business School | 6 novembre, ore 14:30 >> iscriviti

Ancona, Università Politecnica delle Marche | 8 novembre, ore 14:30 >> iscriviti 

Milano, Politecnico di Milano | 13 novembre, ore 14:30 >> iscriviti

Mestre, Università Ca’ Foscari | 15 novembre, ore 14:30 >> iscriviti

Roma, Università La Sapienza | 20 novembre, ore 14:30 >> iscriviti

Firenze, Università Polo Novoli | 22 novembre, ore 14:30 >> iscriviti

Dynamics 365 Business Central

Collega dati finanziari, vendite, servizi e operazioni con Dynamics 365 Business Central

“Connect and grow your business” questo è il claim della nuova versione di ERP in Cloud di Microsoft, disponibile dal 2 Aprile 2018, che punta a rendere più semplice ed integrata la gestione dei processi financials ed operations.

Business Central è l’evoluzione di Microsoft Dynamics NAV e consente di gestire in maniera più facile e veloce i processi gestionali end to end grazie a nuove interfacce ridisegnate ed una tecnologia più aperta ed integrabile con tutti i sistemi in cloud.

Business Central si integra alla perfezione con gli altri servizi cloud di Microsoft come Office 365 e può essere facilmente personalizzato per soddisfare le esigenze di settori specifici con Power Apps, Microsoft Flow e Power BI.

Ma cosa si può fare con Dynamics 365 Business Central?

Ecco la risposta:

Gestisci i dati finanziari

Prendi decisioni informate

  • Connetti i dati tramite le interazioni di contabilità, vendite, acquisti, inventario e clienti per ottenere una visione end-to-end della tua azienda. Crea i grafici delle performance finanziarie in tempo reale con i dashboard integrati di Power BI.

Accelera la chiusura finanziaria e la creazione dei report finanziari

  • Semplifica la contabilità clienti e fornitori e riconcilia automaticamente i conti per la chiusura e i report dei dati finanziari in modo rapido e accurato nel rispetto della conformità.

Migliora la precisione della previsione

  • Perfeziona le previsioni finanziarie modellando e analizzando i dati su più dimensioni. Personalizza i report con Microsoft Excel perfettamente integrato.

Automatizza e proteggi la catena di approvvigionamento

Ottimizza i livelli di inventario

  • Usa le funzioni di intelligenza incorporate per prevedere quando e cosa reintegrare. Acquista solo ciò di cui hai bisogno con i livelli di inventario aggiornati dinamicamente.

Evita il calo delle vendite e riduci i problemi di approvvigionamento

  • Mantieni la giusta quantità di scorte calcolando automaticamente i livelli, i tempi di consegna e i punti di riordino. Suggerisci i prodotti sostitutivi quando gli articoli richiesti sono esauriti.

Ottimizza la redditività

  • Usa i consigli per pagare i fornitori in modo da usufruire degli sconti o evitare le penali per il ritardo. Previeni gli acquisti non necessari o fraudolenti con l’approvazione dei flussi di lavoro.

Vendite più efficienti e servizio clienti migliorato

Offri valore a ogni punto di contatto

  • Dai priorità ai lead di vendita in considerazione del guadagno potenziale. Tieni traccia di tutte le interazioni con i clienti e ottieni le indicazioni sulle migliori opportunità di upsell, cross-sell e rinnovo durante il tuo ciclo di vendita.

Aumenta la produttività di vendita

  • Accelera il processo Quote-To-Cash. Rispondi rapidamente alle richieste di vendita, gestisci le richieste di assistenza ed elabora i pagamenti: tutto direttamente da Outlook.

Offri un servizio straordinario

  • Utilizza l’overview generale delle attività di assistenza, dei workload e delle competenze dei dipendenti per assegnare in modo efficace le risorse e accelerare la risoluzione del caso.

Completa i progetti rispettando tempi e budget

Rispetta il budget

  • Crea, gestisci e monitora i progetti dei clienti utilizzando le schede attività con le funzionalità avanzate di calcolo dei costi e creazione dei report. Sviluppa, modifica e controlla i budget per assicurare la redditività del progetto.

Pianifica con precisione

  • Gestisci i livelli delle risorse pianificando capacità e vendite. Analizza la fatturazione per i clienti rispetto ai costi pianificati negli ordini e nelle offerte.

Analizza le performance del progetto

  • Prendi decisioni efficaci con le informazioni in tempo reale sullo stato del progetto, sulla redditività e sulle metriche di utilizzo delle risorse.

Ottimizza le operazioni

Ottimizza la realizzazione delle vendite con la previsione

  • Utilizza le previsioni di vendita e scorte per generare automaticamente i piani di produzione e creare gli ordini fornitore.

Gestisci un magazzino efficiente

  • Usa la visione olistica dell’inventario per evadere gli ordini in modo efficiente. Tieni traccia di ogni transazione e movimento degli articoli impostando i contenitori in base alle dimensioni dell’unità di immagazzinamento e del layout del magazzino.

Raggiungi livelli di output ottimali

  • Calcola e ottimizza la capacità e le risorse di produzione per migliorare la programmazione e soddisfare le richieste dei clienti.

 

Var Prime supporterà il lancio della nuova suite con 3 workshop dedicati a clienti esistenti e nuovi che volessero valutare le nuove potenzialità offerte dalla nuova soluzione Dynamics 365 Business Central.

I workshop avranno luogo nelle seguenti date:

30 Marzo 2018  – Event preview – Iscrizioni Chiuse

27 aprile 2018 – Iscrizioni Chiuse

30 Maggio 2018 – Iscrizioni Chiuse

Evento a numero chiuso.

Scrivici per garantirti un posto all’evento.

Microsoft ha annunciato che entro fine anno sarà disponibile il nuovo offering SaaS (Software as a Service), chiamato Project Madeira. Si tratta del primo ERP offerto da Microsoft interamente in versione Cloud, su piattaforma Azure. La vera, grande, novità è l’integrazione con Microsoft Office, in particolare Outlook, sia utilizzando la versione Cloud (O365) che la versione desktop.

Durante una breve demo di Madeira, Microsoft ha mostrato come su creare un preventivo e rispondere ad un prospect in meno di un minuto partendo da una email in Outlook . I contatti possono anche essere creati facilmente all’interno di Outlook. L’interazione con i fornitori può essere gestita visualizzando la “Storia del Fornitore” nella finestra di Madeira all’interno di Outlook. Inoltre, dato che Madeira è “contact sensitive”, quando si inserisce l’email di una persona già presente in Madeira, le informazioni associate a quell’email emergeranno in Outlook.

Si tratta di un punto di svolta per la produttività. Non bisogna più registrarsi in due sistemi, passare da Outlook all’ERP per concludere il proprio lavoro. I processi aziendali possono essere interamente completati in Outlook. Le operazioni più sofisticate saranno completate nel web client.

Microsoft sta offrendo accesso libero a Madeira prima che sia disponibile per l’acquisto per avere feedback da incorporare nella soluzione prima del rilascio. È possibile importare i vostri dati aziendali per poterlo vedere in azione!

Di seguito maggiori dettagli:

  • Project Madeira è esclusivamente una soluzione SaaS – Tutte le altre soluzioni Dynamics ERP hanno ancora un posto nell’ecosistema di Microsoft (non tutti sono pronti a passare a una soluzione cloud per la gestione aziendale). Questa è una product line separata.
  • Microsoft ha già sviluppato strumenti di migrazione dei dati per Excel e QuickBooks.
  • La funzionalità comprende più GL/AP/AR (maggiori dettagli verranno comunicati in prossimità della data di rilascio).
  • Project Madeira sarà reso globalmente disponibile nella seconda metà del 2016.
  • Il mercato di riferimento per Madeira sono le aziende con 10-99 utenti, anche se Madeira sarà scalabile in modo da coprire le esigenze di un mercato poco coperto da parte dei fornitori ERP.
  • Madeira sarà venduto attraverso i Microsoft Cloud Service Partners (CSPs) .
  • Le estensioni saranno realizzate dai partner, certificate e rese disponibili su Marketplace.
  • I prezzi e le licenze saranno resi disponibili in prossimità della data di rilascio.

Questa è una grande opportunità per chiunque voglia migrare da Excel, QuickBooks, o da un sistema di contabilità locale per provare in anteprima Madeira e fornire un feedback a Microsoft prima del rilascio del prodotto.

Il modello di lavoro tradizionale, alla scrivania, è oggi superato e si diffonde l’abit​udine a svolgere parte delle attività anche in luoghi diversi dall’​ufficio, attraverso l’uso di smartphone, tablet e notebook.
In questo scenario, si rende necessario un ripensamento degli strumenti di lavoro, oggi fruibili da remoto attraverso soluzioni in modalità as a service.

  • Quali vantaggi offrono i software in Cloud rispetto al tradizionale acquisto di licenze?
  • Quali sono i benefici in termini di costi e facilità evolutiva di lungo periodo?
  • Come la modalità di fruizione dei dati sempre e ovunque ne garantisce la sicurezza?

​Approfondiremo queste ed altre tematiche in live streaming con il contributo di Lorenzo Sala, CEO di NTT, Fiorella Crespi degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano e Manuela Gianni, direttore di ICT4Executive. Durante la diretta, attraverso una live demo, mostreremo concretamente le funzionalità di queste soluzioni.

Il webinar si terrà il 12 maggio dalle ore 12.00 alle 13.00
La partecipazione è gratuita, previa registrazione​

Per ulteriori informazioni contattare la segreteria organizzativa – email: webinar@ict4executive.it